13 maggio 2018 Anteprima mondiale!

NORDIC WALKING RITMICO® & STRETCHING EMOZIONALE®

Iscrizioni entro e non oltre il 5 maggio 2018 ore 12.00

Ritmo: è il giusto flusso nella sequenza dei movimenti, è quando l’atleta eseguendo un gesto o una serie di gesti consecutivi si percepisce come elegante, spontaneo e leggero.

Quando il ritmo viene a mancare i movimenti dell’atleta diventano scattosi, rigidi e disarmonici. Si percepisce il movimento come uno sforzo, come una fatica. Il Nordic Walking Ritmico® è sicuramente l’attività ideale per migliorare gesto e tecnica……….ma serve uscire dalla propria “confort zone” e trovare il coraggio di fare nuove esperienze…

Nordic Walking Ritmico®: la percezione ritmica non è solo una questione uditiva ma corporale in senso lato. La formazione del senso ritmico parte dai movimenti organizzati di tutto il corpo.

Dal controllo ritmico della macrogestualità (tronco, arti) e, quindi, della microgestualità (mani,dita).

La ritmicità consapevole del gesto, presente in diverse attività umane da quelle lavorative a quella musicale, corrisponde ad una collocazione controllata di sè stessi nella dimensione sia spaziale, sia temporale. Se applicata al Nordic Walking regala risultati tecnici sorprendenti…

E per completare il nostro bellissimo allenamento chiuderemo la nostra attività con una sessione di rilassamento di Stretching Emozionale®.

Cosa di meglio l’esecuzione dello stretching durante una sana camminata di nordic walking o un allenamento intenso di Nordic Walking Ritmico®?

La percezione sarà quella di stupore e meraviglia!

Lo Stretching dei meridiani energetici è stato da me ri-coniato Stretching Emozionale® per danzare le Emozioni come Qualità dell’Anima.
E’ adatto a tutti e a tutte le età e permette di raggiungere, insieme ad una pratica corretta e consapevole del Nordic Walking, un buon equilibrio psico-fisico e soprattutto emozionale.

Lo Stretching Emozionale® è una pratica attraverso la quale ciò che si attiva immediatamente sono le “emozioni” ed in questo meraviglioso stato dell’Essere, per brevissimi momenti, frazioni di secondo, è sfiorata l’Estasi.

Lo Stretching è un elemento che attiva, stimola e muove le forze che alimentano la Vita; va dentro, in profondità, fino a contattare le nostre “Energie Ancestrali”.

Diventa, praticato con costanza e profonda consapevolezza, un riappropriarsi, attraverso il riavvicinamento ai cicli della natura, della centralità di “Sè”.

NOTE:

L’evento è riservato ai soci dell’Associazione Nordic Walking Tao® che abbiano frequentato almeno un primo Corso Base di Nordic Walking e siano in regola con l’iscrizione all’associazione valida per il periodo 2017/2018.

Per informazioni ed iscrizioni entro e non oltre il 5 maggio 2018 ore 12.00:

Maria Daniela Trentini – 349 4598108

Formatore Sportivo Nazionale AICS di Nordic Walking
Responsabile provinciale AICS di Nordic Walking

Naturopata ed Operatrice Shiatsu,
diplomata presso la Scuola di Naturopatia dell’Istituto Riza di Milano,
ideatrice e promotrice di Stretching Emozionale®…la Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…
Autrice di *Stretching Emozionale* (Casa Editrice OI Books & Guides)
Maestro Formatore in “Stretching Emozionale®…la Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…”
Consulente in Floriterapia dei Fiori di Bach secondo le “Nuove Terapie Esoteriche” di Dietmar Krämer.
Operatore Reiki II Livello.

daniela.trentini@tiscali.it (e-mail)
www.nordicwalkingtaoverona.it

www.stretchingemozionale.it

Nordic Walking Tao® è una ASD affiliata ad Aics Verona.
Iniziativa riservata ai soci.

Nella *gioia*…

Ieri sera abbiamo danzato “Walnut”…danza impegnativa come impegnativo è sempre il cambiamento, la trasformazione…da crisalide in farfalla!

La *Libertà*…per procedere senza incertezze lungo la rotta liberandoci dalle influenze che ci limitano…[…] Per quelli che nella vita hanno ideali e ambizioni ben definiti e li soddisfano,
ma in qualche occasione sono tentati di deviare dalle proprie idee ed obiettivi, perché spinti dall’entusiasmo, dalle convinzioni e dalle forti opinioni degli altri.
Il rimedio Walnut dei Fiori di Bach, abbinato allo Stretching Emozionale®, assicura costanza e protezione dalle influenze esterne.
Bach ha scritto che Walnut è il rimedio per coloro che hanno deciso di fare un grosso balzo in avanti nella vita, per chi vuole rompere con le vecchie convenzioni e abbandonare limiti, restrizioni e costrizioni. […]

Sono persone che spesso dicono: “Sono una spugna”.

Walnut
Noce
(Iuglans regia)

E’ il Fiore di Bach che corrisponde a questa Qualità.

Il noce è un albero originario dell’Asia Minore e predilige i climi caldi, dove i suoi frutti possono maturare. Raggiungere una ventina di metri di altezza. Sulla sua ampia chioma spicca il color porpora delle foglie più giovani, che man mano che passa il tempo diventano verdi. Da aprile a maggio sbocciano i fiorellini verdi del noce. E’ questo il periodo migliore per riconoscere quest’albero poiché l’aria è pregna del suo particolare profumo, non sgradevole agli esseri umani, ma decisamente poco attraente per insetti e uccelli, che ne rimangono alla larga.

Il rimedio Walnut agisce proprio allo stesso modo: formando una specie di aura protettiva intorno alle persone, che tiene lontane le influenze negative.

Non c’è scopo nel consigliarsi con coloro che seguono un’altra strada. (Confucio)

PER ESSERE LIBERO…*LASCIA LIBERO CHI AMI*…

[…] Il favore più grande che si possa fare a chi si ama è renderlo libero, senza incatenarlo o preoccuparsi eccessivamente limitando le proprie personali espressioni di creatività. Abbiamo una responsabilità nei confronti della vita che è quella di aderire il più possibile al piano divino e alla vocazione per la quale siamo nati.
Il vero amore per gli altri nasce dalla totale resa all’amore per se stessi perché senza la realizzazione di se stessi ciò che si dona agli altri è una bugia mascherata da altruismo.
Non ci si “sacrifica” per gli altri perché il vero sacrificio è quello di rendere sacro ogni momento della vita colmandolo di pienezza, creatività e gioia per poter donare e condividere la nostra bellezza che è l’amore più grande che possiamo rendere al mondo […]

Tratto da:
“STRETCHING EMOZIONALE®
“…La Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…”

Ritrova l’armonia delle tue funzioni vitali, delle Qualità dell’Anima, e aumenta l’energia di corpo e spirito.
di
Maria Daniela Trentini.

“La libertà da qualcosa non è vera libertà. E neppure la libertà di fare qualcosa che desideri realizzare è la libertà che io intendo. Nella mia visione, la libertà è essere liberi di essere se stessi. La libertà è la suprema esperienza della vita, non esiste nulla di superiore. Con la libertà di cui parlo, tu esisti semplicemente, in assoluto silenzio, in serenità, come bellezza e beatitudine”. (Osho)

Maria Daniela Trentini – 349 4598108

Naturopata ed Operatrice Shiatsu,
diplomata presso la Scuola di Naturopatia dell’Istituto Riza di Milano,

Operatrice Reiki II Livello
Autrice di *Stretching Emozionale*
(Casa Editrice OI Books & Guides)

Maestro Formatore in “Stretching Emozionale®…la Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…”
Consulente in Floriterapia dei Fiori di Bach secondo le “Nuove Terapie Esoteriche” di Dietmar Krämer.

Formatore Sportivo Nazionale AICS di Nordic Walking
Responsabile provinciale AICS di Nordic Walking

daniela.trentini@tiscali.it (e-mail)
www.stretchingemozionale.it
www.nordicwalkingtaoverona.it

Daniela Trentini (Skype)
Maria Daniela Trentini (Verona) (Facebook)
*Nordic Walking TAO®*…”oltre” il Nordic Walking…verso l’INFINITO…*
(Verona) (Facebook)
“Stretching Emozionale®…La Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…” (Verona) (Facebook

“Trattamenti Shiatsu” ed “Incontri individuali e personalizzati di Stretching Emozionale®” anche a domicilio.

Lo *Shiatsu*…non una terapia alternativa…non un massaggio terapeutico, sportivo od estetico ma un naturale processo evolutivo…

Quando tocco il corpo di qualcuno è come recitare una preghiera. 
Fluisco con tutta la mia energia e, appena sento che il corpo fluisce e l’energia crea una situazione di armonia, mi sento deliziata come mai prima.
Mentre tratto, semplicemente tratto.
Sono nelle mie dita e nelle mie mani come se tutto il mio essere e tutta la tua anima fossero lì.
Non è solo il tocco di un corpo.
Tutta la tua anima entra nel corpo dell’altro, lo penetra e lo compenetra diventando un unico corpo.

Shiatsu7Dice Osho:
Il mondo ha bisogno di massaggio poiché l’amore è scomparso.
Una volta il semplice tocco di due amanti era sufficiente.
Una mamma toccava il suo bambino, giocava con il suo corpo e questo era massaggio.
Un marito giocava con il corpo della sua donna e questo era massaggio. Era sufficiente, più che sufficiente.
Era profondo rilassamento e parte dell’amore.
Ma ciò è scomparso dal mondo.
Pian piano abbiamo dimenticato dove toccare, come toccare, quanto profondamente toccare.
Il tocco è diventato uno dei linguaggi più dimenticati.

…abbiamo perso parte della “nostra storia”…
DaniShiatsu2
[…] Il massaggio è un’arte sottile, non si tratta soltanto di abilità, ma piuttosto d’amore. Dapprima impari la tecnica ed in seguito la dimentichi.
Quando conosci profondamente il massaggio, il novanta per cento del lavoro si fa attraverso l’amore, il dieci per cento attraverso la tecnica.
Basta il contatto d’amore perché il corpo si rilassi. Se senti amore e comprensione per la persona che massaggi, se la vedi come un’energia di valore inestimabile, se le sei riconoscente per la sua fiducia in te e per il fatto che ti lascia agire su di lei con la tua energia, allora sempre più l’impressione è di suonare uno strumento musicale.
Non soltanto la persona, ma anche tu sarai rilassato. Massaggiando, massaggia soltanto, non pensare a nient’altro. Entra nelle tue dita, nelle tue mani come se la tua esistenza stessa vi entrasse.
Non accontentarti di un toccare fisico. La tua anima penetra nel corpo dell’altro e le tensioni più intense si sciolgono.
Del massaggio fanne un Piacere, non un lavoro. Fanne un gioco e divertiti.

Il massaggio non è cosa ordinaria. Esso ha un enorme significato. Ci sono poche persone nate per massaggiare . Se tu sei una di quelle la tua energia può andare molto, molto in profondità. Però ci sono alcune cose che devi sempre ricordare mentre massaggi.
La persona che massaggi non ha corpo. Concepiscila come senza corpo e il tuo massaggio andrà molto in profondità. Primo pensa alla persona come se non avesse corpo, e poi pensa te stesso come se non avessi corpo. Per corpo intendo che né lui né tu siete materia, entrambi siete energia. Quando due cose materiali si toccano, c’è una collisione. Quando due energie si toccano esse semplicemente si mischiano, si uniscono e si fondono l’una nell’ altra. Non c’è collisione. Due corpi fisici sono destinati a collidere. Ogni volta che tocchi il corpo di qualcuno come corpo, e lui stesso si percepisce come corpo, ci sarà una difesa, una contrazione. L’armatura di difesa entrerà in azione.

Allora la prima cosa è sentire che l’altro è semplicemente una energia; tu sei anche una energia. Dopodiché comincia a giocare con l’energia come se stessi suonando una chitarra. Fa che sia musica più che massaggio. Fa che sia gioco più che lavoro. Lascia che venga dal cuore più che dalla mente. La tecnica va conosciuta, ma poi dimenticata. Uno dovrebbe conoscere la tecnica e poi non preoccuparsi di essa. Essa si radica nell’inconscio e da li funziona, ma tu muoviti attraverso l’istinto. In questo modo tu senti l’energia dell’altra persona, presenti te stesso come un fenomeno energetico, e poi due energie cominciano a giocare. Il massaggio è quasi come amare […]

(Osho – Tratto da “The shadow of the whip”)

CertezzaLo Stretching Emozionale® è una pratica attraverso la quale ciò che si attiva immediatamente sono le “emozioni” ed in questo meraviglioso stato dell’Essere, per brevissimi momenti, frazioni di secondo, è sfiorata l’Estasi.
Lo Stretching è un elemento che attiva, stimola e muove le forze che alimentano la Vita; va dentro, in profondità, fino a contattare le nostre “Energie Ancestrali”.
Diventa, praticato con costanza e profonda consapevolezza, un riappropiarsi, attraverso il riavvicinamento ai cicli della natura, della centralità di “Sè”…
Dalla Natura c’è ancora molto da imparare…
Cosa di meglio l’esecuzione dello stretching durante una sana camminata di nordic walking a cogliere, con “gli occhi del cuore”, le ancora tante meraviglie che potrà donarci?
Lo stretching dei meridiani energetici è adatto a tutti e a tutte le età e permette di raggiungere, insieme ad una pratica corretta e consapevole anche del Nordic Walking, di raggiungere un buon equilibrio psico-fisico e soprattutto emozionale.
Attraverso questi esercizi di allungamento vengono stimolati ed attivati i Meridiani o Canali Energetici, …”percorsi formati da un complesso disegno di punti, canali primari e rami secondari, in cui l’energia può fluire collegando insieme tutte le parti del corpo fino ad influenzare piani più sottili come la mente e lo spirito…”
Mi piace ricordare com’è definito il meridiano energetico secondo la Medicina Tradizionale Cinese: …”un flusso energetico sotterraneo che come un filo di seta percorre ed avvolge l’intero organismo ed in profondità lo compenetra…” …pura poesia!
Diventa valido strumento per valutare autonomamente il proprio stato fisico ed energetico con l’unica avvertenza di rispettare, nell’esecuzione degli esercizi, ognuno il proprio limite senza mai arrivare ad un limite estremo che può creare dolore, bruciore o tremore.

MODERAZIONE2Per entrare in contatto con me:

Maria Daniela Trentini

Naturopata ed Operatrice Shiatsu,
diplomata presso la Scuola di Naturopatia dell’Istituto Riza di Milano
Operatrice Reiki II Livello
Autrice di *Stretching Emozionale*
(Casa Editrice OI Books & Guides)

daniela.trentini@tiscali.it (e-mail)
www.stretchingemozionale.it

Daniela Trentini (Skype)
Maria Daniela Trentini (Verona) (Facebook)
*Nordic Walking TAO®*…”oltre” il Nordic Walking…verso l’INFINITO… (Verona) (Facebook)
“Stretching Emozionale®…La Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…” (Verona) (Facebook)

CoverTrentini

Formatore Sportivo Nazionale AICS di Nordic Walking
Responsabile provinciale AICS di Nordic Walking

Promoter KV+ per Verona e Vicenza
www.nordicwalkingtaoverona.it

Workshop esperienziale di “Stretching Emozionale®“ …La Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…”

Ecco un percorso che vi farà “vibrare”…

Primo appuntamento: 24 e 25 marzo 2018.

PER QUESTO PRIMO WORKSHOP SARA’ POSSIBILE ISCRIVERSI FINO AL 28 FEBBRAIO 2018.

Lo introduco con le parole di una carissima amica ed “allieva”:

[…]Post di Laura Manella (Facebook)

“Nessuno incrocia il nostro cammino per caso ….E noi non entriamo nella vita di qualcuno senza una ragione”…

Mi piace moltissimo questa frase e non a caso la voglio utilizzare per introdurre il percorso di Stretching emozionale vissuto sabato 18 e domenica 19 ottobre qui a Paratico.
Avevo già sperimentato questa “disciplina” durante la settimana trascorsa a Santa Caterina, dedicata al Nordic Walking e già allora l’avevo apprezzata ……
Ma soprattutto mi aveva permesso di conoscere Daniela, non solo un’istruttrice di Nordic walking, bensì una maestra di vita, una compagna di viaggio speciale …..
Capelli rossi, occhi verdi, corpo così flessibile che sembra un “elastico”, eh sì, provare per credere!!!
Le fotografie sono semplici scatti che catturano attimi, ma certe esperienze vanno vissute in prima persona con intensità.
Grazie Daniela per tutto quello che ci hai saputo trasmettere e ….. alla prossima! Certe esperienze hanno un inizio, ma non una fine ……
E per concludere (qualcuno dirà “era ora”) utilizzerò un’altra citazione:
“Sono le piccole differenze che a volte fanno emozionare …. se non osservi, se non ti soffermi …. non riesci a catturarle, sono piccoli attimi di vita, piccoli spruzzi di colore in un quadro chiamato vita”.[…]

Il corso ha lo scopo di trasmettere la passione della pratica giornaliera degli esercizi di stretching dei meridiani energetici, per raggiungere l’obiettivo di aumentare l’energia che fluisce nel corpo, assecondando i ritmi incessanti della Natura. Quella che verrà acquisita con la pratica sarà una “ricchezza unica” che porterà grande beneficio a livello fisico ma soprattutto a livello emozionale e spirituale. Diventa, praticato con consapevolezza, un riappropriarsi, attraverso il riavvicinamento ai cicli della Natura, della centralità di “Sé”.

Sarà un “cammino”, il proprio percorso di Vita, che magicamente si svolgerà e apparirà chiaro davanti ai propri occhi, con piacevole stupore!

Si svolgerà in quattro incontri, ma sarà possibile partecipare anche soltanto ad uno di questi, a piacere, al cambio di ogni stagione.

Il primo percorso parlerà di PRIMAVERA!

I Testi Sacri recitano:

“…zampillare e dispiegarsi. Il Cielo e la Terra donano la vita, ci si corica a notte alta e ci si alza all’alba. Si misura il cortile a grandi passi con i capelli sciolti al vento e il corpo in piena libertà esercitando il valore per la vita: far vivere e non uccidere, donare e non sottrarre, ricompensare e non punire…”

Gli esercizi proposti per questa stagione lavoreranno su emozioni quali collera, rancore, volontà di esecuzione; appartengono al Movimento Legno (MTC) e riequilibrano l’organo Fegato ed il suo viscere Vescicola Biliare.

Collegamento di tutti gli esercizi con l’emozione relativa e relativi Fiori di Bach.

Lo *Stretching Emozionale®* ovvero lo Stretching dei Meridiani Energetici è utile per ottenere un miglioramento fisico, psichico e soprattutto “emozionale”.
La pratica delle ginnastiche, tra l’altro, è mirata alla prevenzione di eventuali malattie per proteggere la vita, preservarla e portarla al compimento delle sue potenzialità.
Il corso è condotto da Maria Daniela Trentini Naturopata ed Operatrice Shiatsu,
diplomata presso la Scuola di Naturopatia dell’Istituto Riza di Milano, autrice di *Stretching Emozionale* (Casa Editrice OI Books & Guides)

…non parleremo soltanto di “pratica”, di “emozioni” e di “Anima” ma ci occuperemo anche di cibo adeguato alla stagione, con l’aiuto di persona qualificata…

Si occuperà di emozionarci con il cibo Chef Nicola Ghisellini di Castelmassa (Rovigo).
Le sue proposte saranno piatti che nella loro unicità utilizzeranno metodi di cottura innovativi come le basse temperature o le marinature sotto vuoto, in questo modo si riesce a mantenere intatti i profumi e le fragranze degli alimenti.

Nicola, ha un’idea di ristorazione, intesa come “nutrimento” profondo, che ben si sposa con la mia idea di cibo per corpo, anima e spirito, che si basa sulle tradizioni di una cucina di confine, che risente degli influssi ferraresi e mantovani.
Per questo, prima di tutto viene la scelta della materia prima: nel predisporre il menù si tiene sempre d’occhio la stagionalità, con particolare riguardo ai prodotti del territorio.
La cucina polesana, da sempre considerata “povera” è invece “ricca” di un nutrimento che bene si adatta al nostro percorso che si svolgerà abbracciando e camminando attraverso tutti i cicli della Natura.
Attualmente Nicola è consulente nel campo della ristorazione.

La location sarà un luogo davvero magico…inimmaginabile!

“Villa Cagnoni Boniotti”

Home

Immersa nel verde dello splendido parco adornato da rose e splendidi noci secolari, il prestigioso complesso di Villa Cagnoni Boniotti offre un ambiente magico e suggestivo per i momenti più importanti della vostra vita. La Villa è situata in una posizione strategica tra Padova e Rovigo, ed è raggiungibile agevolmente da tutto il Veneto. Il complesso comprende: la maestosa Villa sontuosamente arredata, completamente rinnovata, ed è suddivisa in due piani: il piano terra composto da 4 stanze molto ampie, tra cui una cucina ben attrezzata, e il piano superiore definito “nobile” dotato anch’esso di altre 4 stanze molto spaziose.

PROGRAMMA DEL CORSO:
*Primavera*
(Movimento Legno)

Durata del corso: dalle ore 15.00 del sabato alle ore 18.00 della domenica.

SABATO 24 marzo 2018

  • Accoglienza con “merenda di benvenuto”, presentazioni e approfondimento del programma del corso.
  • Sessione teorica : BREVI CENNI DI MEDICINA TRADIZIONALE CINESE ABBINATA ALLE NUOVE TECNICHE ESOTERICHE CON I FIORI DI BACH.CORRISPONDENZA STRETCHING – EMOZIONE – FIORI DI BACH.
  • Sessione pratica : ATTIVAZIONE ENERGETICA DEI 12 MERIDIANI PRINCIPALI DI MTC (nel meraviglioso parco della villa se il tempo lo permetterà).

    “Sentire” lo scorrere dell’energia attraverso il trattamento Shiatsu.
  • Considerazioni e commenti sulla pratica.
  • Attivazione della Wei Qi, l’energia difensiva – Stretching Emozionale ®.
  • Cena libera.

DOMENICA 25 marzo 2018

  • Accoglienza con “colazione di benvenuto”. ATTIVAZIONE DEI 12 MERIDIANI ENERGETICI.
  • Sessione pratica : *Stretching Emozionale ®* – Movimento Legno – Collegamento esercizio, emozione, Fiori di Bach.
  • Pausa pranzo (ore 12,30 – 14,00).
  • Sessione pratica : *Stretching Emozionale ®* – Programma settimanale – Collegamento esercizio, emozione, Fiori di Bach.
  • Considerazioni e sensazioni finali.
  • Consegna dei diplomi e saluti.

    Il corso sarà condotto da Maria Daniela Trentini.

Il corso è aperto a tutti.

Le date dei prossimi incontri:

23 e 24 giugno 2018 – ESTATE

22 e 23 settembre 2018 – AUTUNNO

22 e 23 dicembre 2018 – INVERNO

Informazioni:

Maria Daniela Trentini – 349 4598108

Naturopata ed Operatrice Shiatsu,
diplomata presso la Scuola di Naturopatia dell’Istituto Riza di Milano,

Operatrice Reiki II Livello
Autrice di *Stretching Emozionale*
(Casa Editrice OI Books & Guides)

Formata in Alimentazione di segnale – Dieta Gift.

Maestro Formatore in “Stretching Emozionale®…la Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…”
Consulente in Floriterapia dei Fiori di Bach secondo le “Nuove Terapie Esoteriche” di Dietmar Krämer.

Formatore Sportivo Nazionale AICS di Nordic Walking
Responsabile provinciale AICS di Nordic Walking

daniela.trentini@tiscali.it (e-mail)

www.nordicwalkingtaoverona.it

Daniela Trentini (Skype)
Maria Daniela Trentini (Verona) (Facebook)
*Nordic Walking TAO®*…”oltre” il Nordic Walking…verso l’INFINITO…*
(Verona) (Facebook)
“Stretching Emozionale®…La Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…” (Verona) (Facebook

 

La 2^ Qualità dell’Autunno è…

La *Presenza*

…per rimanere pienamente presenti a se stessi…

[…] Per i sognatori, gli addormentati, per quelli che non sono mai completamente svegli, senza grande interesse per la vita. Persone tranquille non veramente felici della loro situazione attuale, che vivono nel futuro invece che nel presente. Coltivano la speranza di un tempo felice in cui i loro ideali potranno realizzarsi. Quando sono malate fanno pochi sforzi, o addirittura nessuno per ristabilirsi. In certi casi arrivano a desiderare di morire nella speranza di una vita migliore. […]

Dicono spesso: “Davvero, ma che dici? Che cosa dicevi? Verrà il giorno in cui…

Clematis
Vitalba
(Clematis vitalba)

E’ il Fiore di Bach che corrisponde a questa Qualità.

La vitalba è una pianta rampicante molto diffusa in Italia. Le foglie e il fusto contengono una sostanza che, se ingerita, può provocare infiammazioni alle vie digerenti e urinarie. I germogli teneri vengono invece consumati come asparagi. E’ facile riconoscere questa pianta a causa delle sue foglie pennate, che terminano con un picciolo e ancor più per le corolle dei suoi fiori, bianche e verdi, e dal profumo di vaniglia. Fiorisce da maggio a luglio.

Nella vitalba tutto invita al sogno: il bianco dei suoi fiori, così delicati da sembrare irreali, il suo profumo intenso, che ottenebra i sensi. Quando è in piena fioritura la vitalba sembra una nuvola bianca appoggiata su un muro. Ed è appunto a chi vive sulle nuvole che si consiglia questo rimedio.

E’ una perfetta dimostrazione del carattere di chi ha bisogno di questo rimedio.

“Ciò che oggi facciamo determina come sarà il mondo di domani.”
(
Marie von Ebner-eschenbach)

[…] “Senti il cosmo come una presenza traslucente ed eternamente viva.” La luce è dappertutto – in tante forme diverse, la luce è dappertutto. Guardala! La luce è dappertutto, perché tutti i fenomeni sono basati sull’esistenza della luce. Osserva una foglia, un fiore, un sasso: prima o poi vedrai sprigionarsi dei raggi di luce. Aspetta con pazienza, non aver fretta, perché nulla viene rivelato quando si va di fretta.

Aspetta in silenzio, e scoprirai un fenomeno nuovo che è sempre esistito, ma di cui non sei mai stato cosciente. La mente diverrà completamente silenziosa e sentirai la presenza di un’esistenza sempre viva, eterna. Ne sarai semplicemente parte, una nota in una grande sinfonia. Nessun peso, nessuna tensione… la goccia è caduta nell’oceano. Ma all’inizio dovrai avere una grande immaginazione, e sarà utile raffinare la sensibilità.
 
Tutte queste tecniche cambieranno anche la chimica del tuo corpo: se senti il mondo intero colmo di vita, colmo di luce, stai cambiando la chimica del tuo corpo. È una reazione a catena. La chimica del tuo corpo si trasforma – puoi osservare il mondo e ti apparirà più vivo. E se il mondo appare più vivo, la chimica del corpo cambierà ancora: sarà una reazione a catena. […]
(Osho, The Book of Secrets)
Maria Daniela Trentini – 349 4598108

Naturopata ed Operatrice Shiatsu,
diplomata presso la Scuola di Naturopatia dell’Istituto Riza di Milano,

Operatrice Reiki II Livello
Autrice di *Stretching Emozionale*
(Casa Editrice OI Books & Guides)

Maestro Formatore in “Stretching Emozionale®…la Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…”
Consulente in Floriterapia dei Fiori di Bach secondo le “Nuove Terapie Esoteriche” di Dietmar Krämer.

Formatore Sportivo Nazionale AICS di Nordic Walking
Responsabile provinciale AICS di Nordic Walking

Promoter KV+ per Verona e Vicenza

daniela.trentini@tiscali.it (e-mail)
www.stretchingemozionale.it
www.nordicwalkingtaoverona.it

Daniela Trentini (Skype)
Maria Daniela Trentini (Verona) (Facebook)
*Nordic Walking TAO®*…”oltre” il Nordic Walking…verso l’INFINITO…*
(Verona) (Facebook)
“Stretching Emozionale®…La Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…” (Verona) (Facebook)

 

 

 

La 1^ Qualità dell’Autunno è…

Un’emozione al giorno…

La *Pazienza*

…dove tutto intorno corre, esci dagli schemi, calma le tensioni e rallenta il ritmo…

Pazienza1PAZIENZA2

[…] Per quelli che sono veloci nel pensiero e nell’azione e che vogliono che tutte le cose siano fatte senza esitazione né ritardo. Quando sono malati hanno fretta di ristabilirsi. Per loro è molto difficile essere pazienti con le persone lente, perché considerano che ciò sia uno sbaglio o una perdita di tempo e tentano in ogni modo di renderle più vive sotto tutti i punti di vista. Spesso preferiscono lavorare e pensare da soli, in modo da poter realizzare le cose alla propria velocità […]

Impatiens
Non-mi-toccare
(Impatiens glandulifera)

non-mi-toccare

E’ il Fiore di Bach che corrisponde a questa Qualità.

Questa pianta, molto comune in Inghilterra è altrettanto rara in Italia. Cresce prevalentemente sulle rive dei fiumi perché i suoi semi vengono trasportati dall’acqua. Fiorisce da luglio a settembre; le sue delicate corolle sono di color malva. Non è difficile capire perché il nome inglese sia Impatiens: quando il baccello è ormai maturo si apre bruscamente ed espelle lontano i semi che diventano come dei piccoli proiettili.

E’ una perfetta dimostrazione del carattere di chi ha bisogno di questo rimedio.

“La  pazienza è la chiave della felicità.” (Proverbio arabo)

[…] Osservare, osservare soltanto, è l’arte della pazienza. Vorrai cavalcare questo destriero, dirigerlo di qua e di là, perché è ciò che hai sempre fatto. Dovrai avere un po’ di pazienza per poter spezzare questa vecchia abitudine.

Ovunque la mente vada, tu osserva soltanto; non cercare di imporre un certo ordine quando una parola ne produce un’altra e poi un’altra ancora, e mille altre, perché tutte le cose sono connesse.

Di’ quello che pensi!
Se sei in una situazione in cui è possibile, esprimi i tuoi pensieri ad alta voce in modo che anche tu possa sentirli. I pensieri che hai nella mente sono molto sottili, e c’è il rischio che tu non ne sia molto cosciente. Esprimili ad alta voce, ascoltali, e rimani vigile e consapevole del fatto che sei separato da essi. Prendi la decisione di esprimere ad alta voce tutto quello che ti viene in mente, ma rimani neutrale e non giudicare.

È necessario svuotare la mente con pazienza per sei mesi, perché per tutta la vita non hai fatto che caricarla di pensieri. Se perseveri, con pazienza e diligenza, allora sei mesi saranno sufficienti; altrimenti, ci potrebbero volere sei anni, o sei vite! Tutto dipende da te, da quanta totalità e sincerità metti nel fare questa tecnica.

Un po’ alla volta, inizierai a sentire, sia pur leggeri, i passi del silenzio, e sperimenterai l’arte dell’ascolto. […]

Osho, Tratto da: The True Name


Maria Daniela Trentini – 349 4598108

Naturopata ed Operatrice Shiatsu,
diplomata presso la Scuola di Naturopatia dell’Istituto Riza di Milano,

Operatrice Reiki II Livello
Autrice di *Stretching Emozionale*
(Casa Editrice OI Books & Guides)

Maestro Formatore in “Stretching Emozionale®…la Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…”
Consulente in Floriterapia dei Fiori di Bach secondo le “Nuove Terapie Esoteriche” di Dietmar Krämer.

Formatore Sportivo Nazionale AICS di Nordic Walking
Responsabile provinciale AICS di Nordic Walking

Promoter KV+ per Verona e Vicenza

daniela.trentini@tiscali.it (e-mail)
www.stretchingemozionale.it
www.nordicwalkingtaoverona.it

Daniela Trentini (Skype)
Maria Daniela Trentini (Verona) (Facebook)
*Nordic Walking TAO®*…”oltre” il Nordic Walking…verso l’INFINITO…*
(Verona) (Facebook)
“Stretching Emozionale®…La Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…” (Verona) (Facebook)

“MOVIMENTO TERRA”

*Per entrare in sintonia con la Quinta Stagione o Tarda Estate*

I Testi Cinesi recitano:

“…dove le cicale friniscono e le rane gracidano, dove tutto si ferma e tutto è in fase di attesa, dove i frutti maturi emanano l’odore dolciastro e fanno mostra di sé, così come i cereali a piena maturazione; dove l’odore che prevale è il dolce…”, una pausa prima dell’arrivo dell’Autunno.

Gli esercizi proposti per la “Quinta Stagione” lavoreranno su emozioni quali rimuginazione e proposito; appartengono al Movimento Terra (MTC) e riequilibrano l’organo Milza ed il suo viscere Stomaco.

Quando tutto sembra finire e l’immagine è più oscura, quando la vita sembra avere perso il suo significato e non c’è più niente da fare, quando ci si sente accerchiati da forze superiori alle nostre, la “speranza” emerge come ultima risorsa per trovare un nuovo corso, alzare la testa, andare dritto e rinnovare gli sforzi per adempiere la missione assegnata dalla *Vita*.

(Víctor López Durand)

Da: “Stretching Emozionale®…la Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…” – Daniela Trentini  Non curarti se coloro a cui dai ti rispondono o meno. Non aspettarti un “grazie”. Sii grato a chi ti ha permesso di condividere qualcosa con lui! Non viceversa.

(Osho)

…non rimuginare in continuazione e prenditi cura della tua milza e del tuo stomaco…metti al *SERVIZIO* degli altri il tuo potere…

*Stretching Emozionale®…la Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…*

“Guai al potere che seppellisce chi lo possiede.”

Dal Talmud
Maria Daniela Trentini – 349 4598108

Naturopata ed Operatrice Shiatsu,
diplomata presso la Scuola di Naturopatia dell’Istituto Riza di Milano,

Operatrice Reiki II Livello
Autrice di *Stretching Emozionale*
(Casa Editrice OI Books & Guides)

Maestro Formatore in “Stretching Emozionale®…la Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…”
Consulente in Floriterapia dei Fiori di Bach secondo le “Nuove Terapie Esoteriche” di Dietmar Krämer.

Formatore Sportivo Nazionale AICS di Nordic Walking
Responsabile provinciale AICS di Nordic Walking

Promoter KV+ per Verona e Vicenza

daniela.trentini@tiscali.it (e-mail)
www.stretchingemozionale.it

Daniela Trentini (Skype)
Maria Daniela Trentini (Verona) (Facebook)
*Nordic Walking TAO®*…”oltre” il Nordic Walking…verso l’INFINITO…*
(Verona) (Facebook)
“Stretching Emozionale®…La Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…” (Verona) (Facebook)

21 settembre 2017…l’inizio della “Grande Circolazione Energetica”…di un nuovo ciclo al ritmo delle stagioni per lasciare andare ciò che non ci appartiene.

*…possiedi soltanto ciò che lasci andare…*

E’ un “mantra” che oggi risuona, come una dolce melodia, nel cuore e nella mente…

Se avrai la consapevolezza che “nulla” è …”per sempre”… potrai vivere tutta la tua vita in pienezza!.

Questo fiore, Honeysuckle (Caprifoglio-Lonicera caprifolium) (Fiori di Bach), è consigliato a quelle persone che vivono in un passato che forse fu felice, o nel ricordo di un amico perduto o di ambizioni non realizzate. Sono persone che non si aspettano di ritrovare una felicità simile a quella che hanno conosciuto.

(Il caprifoglio è un arbusto rampicante amante dell’ombra. Cresce nei boschi e nei sottoboschi, ma anche lungo i muri non esposti al sole. Fiorisce tra aprile e luglio a seconda delle regioni, presenta delle corolle rosse all’esterno e bianche all’interno. Per questo il caprifoglio può essere considerato il fiore della “trasformazione”, che è poi ciò di cui ha bisogno chi usa questo rimedio.)

Tratto da: “STRETCHING EMOZIONALE® …La Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…” di Maria Daniela Trentini – Casa Editrice OI Books & Guides.

Ho deciso cosa lasciare andare. Sarà un lavoro impegnativo e di trasformazione che durerà l’intero ciclo delle stagioni. Inizierà il 21 settembre di quest’anno e terminerà il 20 settembre del prossimo anno.

Vuoi seguirmi? Stay tuned!

La “Grande Circolazione Energetica” inizia il suo “cammino” dal Polmone e dal Grosso Intestino…in Autunno…

Il *SUPERAMENTO* è l’emozione corrispondente nello Stretching Emozionale®. Esecuzione:

  1. Sei in piedi con i piedi paralleli posti ad una distanza di circa 60 cm, le tue spalle sono rilassate e le braccia abbandonate lungo il corpo, piega leggermente le ginocchia.
  2. Distendi le braccia in avanti all’altezza delle spalle con i palmi delle mani rivolti verso il  basso.
  3. Inspira e oscilla velocemente le braccia il più possibile verso sinistra. I fianchi ed il tronco devono accompagnare il movimento. Tieni la testa allineata al tronco. Immagina di lanciare con forza qualcosa verso sinistra. Distenditi il più possibile all’indietro in modo da ottenere il massimo allungamento della colonna vertebrale e dei muscoli dorsali. Mantieni le braccia parallele.
  4. Mentre espiri riporta le braccia al centro davanti a te.
  5. Inspira ed oscilla il più possibile verso destra nello stesso modo di prima.

  Questo è anche l’esercizio per l’attivazione di meridiano di Polmone e può essere eseguito per circa cinque minuti di seguito.

La vita può essere compresa solamente guardando all’indietro, ma può essere vissuta solo guardando in avanti.

(Sören Kierkegaard)

“I trattamenti del venerdì”

A partire da venerdì 20 ottobre 2017, ed ogni terzo venerdì del mese,
su appuntamento, vi aspetto,
c/o il Centro “Holistic Open S-pace” in Via delle Primule, 17 a Montorio (Verona)

per ricevere trattamenti di:

Shiatsu (metodo MASUNAGA)

Reiki (metodo USUI)

consulenza Fiori di Bach secondo le “Nuove Terapie Esoteriche” di Dietmar Krämer.

Lo *Shiatsu*…non una terapia alternativa…non un massaggio terapeutico, sportivo od estetico ma un naturale processo evolutivo…

Quando tocco il corpo di qualcuno è come recitare una preghiera.
Fluisco con tutta la mia energia e, appena sento che il corpo fluisce e l’energia crea una situazione di armonia, mi sento deliziata come mai prima.
Mentre tratto, semplicemente tratto.
Sono nelle mie dita e nelle mie mani come se tutto il mio essere e tutta la tua anima fossero lì.
Non è solo il tocco di un corpo.
Tutta la tua anima entra nel corpo dell’altro, lo penetra e lo compenetra diventando un unico corpo.
Il trattamento Shiatsu è *amore*!
…Shiatsu, Reiki e Fiori di Bach…vibrazione e amore!
(Maria Daniela Trentini)

Dice Osho:
Il mondo ha bisogno di massaggio poiché l’amore è scomparso.
Una volta il semplice tocco di due amanti era sufficiente.
Una mamma toccava il suo bambino, giocava con il suo corpo e questo era massaggio.
Un marito giocava con il corpo della sua donna e questo era massaggio. Era sufficiente, più che sufficiente.
Era profondo rilassamento e parte dell’amore.
Ma ciò è scomparso dal mondo.
Pian piano abbiamo dimenticato dove toccare, come toccare, quanto profondamente toccare.
Il tocco è diventato uno dei linguaggi più dimenticati.

…abbiamo perso parte della “nostra storia”…

[…] Il massaggio è un’arte sottile, non si tratta soltanto di abilità, ma piuttosto d’amore. Dapprima impari la tecnica ed in seguito la dimentichi.
Quando conosci profondamente il massaggio, il novanta per cento del lavoro si fa attraverso l’amore, il dieci per cento attraverso la tecnica.
Basta il contatto d’amore perché il corpo si rilassi. Se senti amore e comprensione per la persona che massaggi, se la vedi come un’energia di valore inestimabile, se le sei riconoscente per la sua fiducia in te e per il fatto che ti lascia agire su di lei con la tua energia, allora sempre più l’impressione è di suonare uno strumento musicale.
Non soltanto la persona, ma anche tu sarai rilassato. Massaggiando, massaggia soltanto, non pensare a nient’altro. Entra nelle tue dita, nelle tue mani come se la tua esistenza stessa vi entrasse.
Non accontentarti di un toccare fisico. La tua anima penetra nel corpo dell’altro e le tensioni più intense si sciolgono.
Del massaggio fanne un Piacere, non un lavoro. Fanne un gioco e divertiti.

Il massaggio non è cosa ordinaria. Esso ha un enorme significato. Ci sono poche persone nate per massaggiare . Se tu sei una di quelle la tua energia può andare molto, molto in profondità. Però ci sono alcune cose che devi sempre ricordare mentre massaggi.
La persona che massaggi non ha corpo. Concepiscila come senza corpo e il tuo massaggio andrà molto in profondità. Primo pensa alla persona come se non avesse corpo, e poi pensa te stesso come se non avessi corpo. Per corpo intendo che né lui né tu siete materia, entrambi siete energia. Quando due cose materiali si toccano, c’è una collisione. Quando due energie si toccano esse semplicemente si mischiano, si uniscono e si fondono l’una nell’ altra. Non c’è collisione. Due corpi fisici sono destinati a collidere. Ogni volta che tocchi il corpo di qualcuno come corpo, e lui stesso si percepisce come corpo, ci sarà una difesa, una contrazione. L’armatura di difesa entrerà in azione.

Allora la prima cosa è sentire che l’altro è semplicemente una energia; tu sei anche una energia. Dopodiché comincia a giocare con l’energia come se stessi suonando una chitarra. Fa che sia musica più che massaggio. Fa che sia gioco più che lavoro. Lascia che venga dal cuore più che dalla mente. La tecnica va conosciuta, ma poi dimenticata. Uno dovrebbe conoscere la tecnica e poi non preoccuparsi di essa. Essa si radica nell’inconscio e da lì funziona, ma tu muoviti attraverso l’istinto. In questo modo tu senti l’energia dell’altra persona, presenti te stesso come un fenomeno energetico, e poi due energie cominciano a giocare. Il massaggio è quasi come amare […]

(Osho – Tratto da “The shadow of the whip”)

Che cos’è il Reiki?

REIKI è una parola giapponese composta da due sillabe REI e KI. REI significa “Energia Vitale Universale” KI invece esprime “Energia che scorre nel Corpo” o “Forza Interiore”.

Come si svolge una seduta Reiki.
L’operatore Reiki avvicina o appoggia le mani sul corpo del soggetto interessato, in modo che l’energia vitale universale possa fluire naturalmente nelle aree del corpo che più ne hanno bisogno. Per ricevere un trattamento Reiki non è necessario spogliarsi, vengono toccati delicatamente diversi punti del corpo, dalla testa alle gambe, focalizzandosi sui centri energetici del paziente stesso (chakra), e sui siti di dolore o disagio. A differenza di altri metodi, il Reiki non comporta l’utilizzo di pressione, massaggio, sfregamento o strumentazione. Il Reiki può essere praticato anche come auto-trattamento (self-help). È indicato soprattutto nelle professioni di aiuto, per chi lavora nei servizi sociosanitari, ed è utilissimo anche per prevenire fenomeni di burnout, mancanza di motivazione e stress da lavoro del personale infermieristico.
L’energia Reiki viene spesso confusa con la pranoterapia, ma c’è una netta distinzione da fare: la Pranoterapia si basa sul concetto che il corpo umano sia un campo energetico attraverso il quale scorre il prana o energia vitale allo scopo di eliminare i blocchi e far ricircolare l’energia vitale, per fare questo l’operatore cede la propria energia in eccesso.
Il Reikista, pur basandosi sullo stesso principio e sull’imposizione delle mani, non cede la propria energia, ma è un semplice canalizzatore dell’energia universale. Il Reiki, non è da considerarsi una cura, né tanto meno un farmaco; si diventa operatori in seguito a dei corsi teoricopratici, durante i quali oltre a conoscere i flussi energetici, il loro percorso e interdipendenza con gli organi e sistemi del corpo umano, ci si sottopone ad un profondo lavoro di consapevolezza che richiede un intenso stimolo all’evoluzione personale. Gli operatori sono semplici esseri umani con i loro problemi, le loro difficoltà che hanno scelto di occupare una parte del loro tempo nel dare sollievo, ad un altro essere umano. Alcune persone scelgono di diventare operatori Reiki perché avendo già attraversato il calvario della malattia, e riscontrato su di sé ottimi benefici dai trattamenti energetici, sentono una spinta interiore, un vero e proprio desiderio, di sollevare il prossimo per quanto possibile, dalla sofferenza. Tutti ricevono beneficio dai trattamenti Reiki, anche gli scettici, inoltre nessuno viene plagiato o sottoposto a strani riti o torture mentali. Il Reiki, come principio universale, non
infonde false speranze né professa religione alcuna, ma ne rispetta, di ognuna, l’essenza basata sull’Amore e sulla Fratellanza.

Il Reiki e la fisica quantistica.
Secondo Albert Einstein, “tutta la materia del’Universo non è altro che energia solidificata, con una frequenza vibrazionale minore rispetto alla costante velocità della luce al quadrato”. Quindi l’energia e la materia si differenziano solamente per la loro frequenza vibratoria. Il corpo umano, nel suo aspetto materiale, non è altro che un agglomerato di frequenze vibrazionali, che interagiscono tra loro, attraverso delle reazioni biochimiche, attraverso l’interscambio di informazioni tra energie con frequenze diverse.
Ogni massa fisica si distingue dalle altre per la struttura della sua frequenza energetica. Ad esempio avremo il Fegato con una sua frequenza vibrazionale, che raccoglie cellule di uguale frequenza, determinando la forma della sua stessa massa.
Lo stesso discorso vale per tutte le parti del nostro corpo quali: Ossa, Muscoli, Organi, Visceri, Fluidi. L’operatore Reiki seguendo il principio dell’influenza vibrazionale, riesce a riportare le frequenze del ricevente allo stato di benessere originario. Nel caso specifico del Reiki una delle principali leggi della Fisica Quantistica enuncia che: “una frequenza energetica maggiore, che entra in contatto con una frequenza energetica minore, influenza la condizione vibrazionale dell’energia più piccola”.

Il Reiki negli ospedali.
Il Reiki affianca la terapia convenzionale in numerosi centri ospedalieri di tutto il mondo.
In USA:
• Tucson Medical Center (TMC) – Arizona. Dal 1995 si eseguono trattamenti Reiki ai pazienti nei loro letti, per opera di volontari. Il Reiki si è diffuso prima in Oncologia e poi gradualmente anche negli altri reparti.
• Portsmouth Regional Hospital – New Hampshire. Reiki offerto sistematicamente come servizio per i pazienti del reparto di Chirurgia dell’ospedale, da parte di 20 membri formati al Reiki. Più di 400 pazienti hanno ricevuto trattamenti pre o post operazione dal 1997 ad oggi.
• California Pacific Medical Center – North California. È uno dei più grandi ospedali della California. Al suo interno usa molte medicine complementari, tra cui Reiki.
In Svizzera:
• alcune assicurazioni e casse mutualistiche rimborsano i trattamenti di Reiki. Da citare Group Mutuel, Intras, Swica, La Caisse Vaudoise, Supra.
In Italia:
• il Reiki viene effettuato ai pazienti secondo tariffario del S.S.N. al Centro di Medicina Psicosomatica dell’Ospedale S. Carlo Borromeo di Milano, all’Ospedale Versilia dell’Azienda Sanitaria della Regione Toscana ed al Policlinico di Roma. Vi è da segnalare inoltre la significativa esperienza del C.O.E.S. (Centro Oncologico Ematologico Subalpino) dell’Azienda Ospedaliera San Giovanni Battista di Torino Ospedale Molinette.

Tratto da: www.scienzaeconoscenza.it

A cura di:

Maria Daniela Trentini – 349 4598108

Naturopata ed Operatrice Shiatsu,
diplomata presso la Scuola di Naturopatia dell’Istituto Riza di Milano,

Operatrice Reiki II Livello
Autrice di *Stretching Emozionale*
(Casa Editrice OI Books & Guides)

Maestro Formatore in “Stretching Emozionale®…la Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…”
Consulente in Floriterapia dei Fiori di Bach secondo le “Nuove Terapie Esoteriche” di Dietmar Krämer.

Formatore Sportivo Nazionale AICS di Nordic Walking
Responsabile provinciale AICS di Nordic Walking

Promoter KV+ per Verona e Vicenza

daniela.trentini@tiscali.it (e-mail)
www.stretchingemozionale.it
www.nordicwalkingtaoverona.it

Daniela Trentini (Skype)
Maria Daniela Trentini (Verona) (Facebook)
*Nordic Walking TAO®*…”oltre” il Nordic Walking…verso l’INFINITO…*
(Verona) (Facebook)
“Stretching Emozionale®…La Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…” (Verona) (Facebook)

6 ottobre 2017 Presentazione Corso di Stretching Emozionale®…La Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…

Ti aspetto a provare!

Il Corso inizierà il successivo venerdì, 13  ottobre alle ore 20.45
c/o il Centro “Holistic Open S-pace” in Via delle Primule, 17 a Montorio (Verona)

Lo Stretching Emozionale® è una pratica attraverso la quale ciò che si attiva immediatamente sono le “emozioni” ed in questo meraviglioso stato dell’Essere, per brevissimi momenti, frazioni di secondo, è sfiorata l’Estasi.
Lo Stretching è un elemento che attiva, stimola e muove le forze che alimentano la Vita; va dentro, in profondità, fino a contattare le nostre “Energie Ancestrali”.
Diventa, praticato con costanza e profonda consapevolezza, un riappropiarsi, attraverso il riavvicinamento ai cicli della natura, della centralità di “Sè”…
Dalla Natura c’è ancora molto da imparare…

Lo stretching dei meridiani energetici è adatto a tutti e a tutte le età e permette di raggiungere un buon equilibrio psico-fisico e soprattutto emozionale.
Attraverso questi esercizi di allungamento vengono stimolati ed attivati i Meridiani o Canali Energetici, …”percorsi formati da un complesso disegno di punti, canali primari e rami secondari, in cui l’energia può fluire collegando insieme tutte le parti del corpo fino ad influenzare piani più sottili come la mente e lo spirito…”
Mi piace ricordare com’è definito il meridiano energetico secondo la Medicina Tradizionale Cinese: …”un flusso energetico sotterraneo che come un filo di seta percorre ed avvolge l’intero organismo ed in profondità lo compenetra…” …pura poesia!
Diventa valido strumento per valutare autonomamente il proprio stato fisico ed energetico con l’unica avvertenza di rispettare, nell’esecuzione degli esercizi, ognuno il proprio limite senza mai arrivare ad un limite estremo che può creare dolore, bruciore o tremore.

Per entrare in contatto con me:

Maria Daniela Trentini – 349 4598108

Naturopata ed Operatrice Shiatsu,
diplomata presso la Scuola di Naturopatia dell’Istituto Riza di Milano,

Operatrice Reiki II Livello
Autrice di *Stretching Emozionale*
(Casa Editrice OI Books & Guides)

Maestro Formatore in “Stretching Emozionale®…la Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…”
Consulente in Floriterapia dei Fiori di Bach secondo le “Nuove Terapie Esoteriche” di Dietmar Krämer.

Formatore Sportivo Nazionale AICS di Nordic Walking
Responsabile provinciale AICS di Nordic Walking

Promoter KV+ per Verona e Vicenza

daniela.trentini@tiscali.it (e-mail)
www.stretchingemozionale.it

Daniela Trentini (Skype)
Maria Daniela Trentini (Verona) (Facebook)
*Nordic Walking TAO®*…”oltre” il Nordic Walking…verso l’INFINITO…*
(Verona) (Facebook)
“Stretching Emozionale®…La Danza delle Emozioni come Qualità dell’Anima…” (Verona) (Facebook)